Home Android Dopo quanto tempo cambi il tuo smartphone?

Dopo quanto tempo cambi il tuo smartphone?

48
0
CONDIVIDI

Dopo quanto tempo gli utenti cambiano i loro smartphone? Se prima la media era molto più bassa, ora un report di Strategy Analytics ci dice che il tempo di aggiornamento medio è salito a 33 mesi.

Dal report di Strategy Analytics emerge quindi che, tenendo conto di tutti gli smartphone in commercio, il tempo medio di aggiornamento è pari a 33 mesi. Considerando i soli iPhone, la media scende a 18 mesi, mentre per i telefoni Samsung si arriva a 16,5 mesi.

Dall’indagine emerge anche che una persona su 5 prevede di utilizzare il proprio telefono per più di tre anni. Inoltre, solo il 7% degli intervistati si è detto disposto a spendere più di 1.000 dollari per acquistare un nuovo smartphone.

David Kerr, vice presidente di Strategy Analytics, ha affermato che la percezione da parte dei clienti di un rallentamento dell’innovazione sta giocando un ruolo importante ne settore degli smartphone:

Gli operatori e i produttori di smartphone stanno affrontando una significativa inerzia dovuta alla percezione dei consumatori di una riduzione dell’innovazione. La ricerca di profitti da parte di venditori ha visto i prezzi degli smartphone salire e superare i 1.000 dollari.

Infine, Strategy Analytics rileva che il maggiore ostacolo al 5G sarà il prezzo. Una persona su quattro ha riconosciuto, tuttavia, che il 5G sarà un fattore importante quando dovrà scegliere il nuovo smartphone da acquistare. Strategy Analytics prevede quindi un aumento dei prezzi degli smartphone in combinazione con il lancio dei modelli 5G.

Questi gli altri punti salienti del report:

  • Apple e Samsung dominano il mercato in termini di fedeltà del marchio da parte dei clienti, con percentuali superiori rispetto al 70%. Brand come LG e Motorola non arrivano al 50%
  • Apple domina i mercati ispanici e asiatici con una quota di mercato superiore al 50%
  • Samsung è leader nella quota di mercato tra la Generazione X (i nati tra il 1960 e il 1980), mentre tra la Generazione Z (i nati dal 1997 al 2012) apprezza maggiormente gli iPhone
  • La qualità della fotocamera in uno smartphone viene considerata più importante dalle donne e dagli utenti della Generazione Z
  • Sempre più clienti apprezzano gli strumenti per gestire il tempo di utilizzo degli smartphone e incentivare la “disconnessione”

Infine, Strategy Analytics nota che prolungamento del ciclo di aggiornamento degli smartphone è qualcosa che Apple conosce bene e per questo l’azienda sta lavorando sempre di più sui Servizi.

Fonte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome